Comunicazioni al municipio

È possibile contattare il Municipio del Comune di Monteggio tramite il modulo che compare cliccando sul bottone "Nuova comunicazione". Tutti i messaggi inviati vengono letti con la massima attenzione e, se ritenuto opportuno, ricevono una risposta. Le comunicazioni di interesse pubblico, insieme alle eventuali repliche da parte del Municipio, sono visualizzate nell'elenco sottostante.

Sentiero dell'Acqua Ripensata - 03.10.2015
Walter und Jacqueline Kaempf :

Lob an die Gemeinde von Monteggio
Beim Wandern in der Region von Monteggio, trafen Meine Frau und ich zufällig auf eine der sehr lehrreichen Informationstafeln des "Sentiero dell'Acqua Ripensata".

Wir folgten den gut sichtbaren Wanderwegweisern bis wir nach ca. drei Stunden wieder am Ausgangspunkt eintrafen. Der Rundgang führte uns durch eine abwechslungsreiche, wunderschöne Landschaft. Beim Lesen der Informationen erfuhren wir viel über den Einfluss des Wassers auf die Geologie und Topografie, das Wirken der Bevölkerung in früheren Zeiten, Flora und Fauna der Biotope sowie Geschichtliches.
An dieser Stelle möchten wir uns bei der Gemeinde Monteggio, den Initianten und den Helfern für diese touristenfreundliche Arbeit, bedanken.

Jacqueline und Walter Kämpf, Hinterkappelen BE.

 

Municipio:

Buongiorno Signori Kämpf,

Ihre Nachricht hat uns sehr gefreut. Der neue, gut ausgeschilderte Rundwanderweg "Sentiero dell'acqua ripensata" wurde eigens geplant für Familientourismus. Es freut uns, dass Ihnen die Informationstafeln gefallen haben. Sie haben sicher bemerkt, dass auch auf unserer WebSeite zu jeder einzelnen Tafel noch ein zusätzlicher Informationstext zur Verfügung steht (hier der Link:

http://monteggio.ch/?q=sentiero-dell-acqua-ripensata ). Der Text ist jedoch nur in italienisch vorhanden, DE, FR und EN Erklärungen sind in Bearbeitung.

Wir hoffen, dass Sie unseren 'Sentiero tematico' Ihren Bekannten weiterempfehlen. Nochmals vielen Dank für Ihre Nachricht.

Cordiali saluti.

Il Municipio

Monteggio, 19 ottobre 2015

Comunicato stampa "il ponte che unisce". - 03/04/2015
Toletti Daniele:

Spettabile Municipio, la vostra presa di posizione al riguardo del progetto"il ponte che unisce" non mi trova per nulla d'accordo.Infatti non vedo il motivo per cui ad un frontaliere si debba sovvenzionare l'abbonamento arcobaleno, con soldi del contribuente Ticinese,mentre un residente si debba sobbarcare l'intero onere di tale abbonamento.Dunque ben ha fatto L'Onorevole Zali a prendere questa decisione,che di fatto ,a mio modo di vedere, non é per una questione finanziaria, ma per una parità di trattamento e rispetto verso i residenti. Al contrario, andrebbero incentivati i residenti, come già fa il nostro Comune con i giovani, ad andare nella direzione dei mezzi pubblici.Se poi si vogliono togliere le macchine dei frontalieri dalle strade del nostro bel Malcantone si dovrebbe imporre alle varie industrie,in primis quelle del nostro comune, di istituire il bus di fabbrica.
Colgo l'occasione di augurare una Buona Pasqua a tutti
Cordiali saluti
Toletti Daniele

Municipio:

Egregio signor Toletti,
il progetto "Il Ponte che unisce" ha come obiettivo la diminuzione del traffico sull'asse Ponte Tresa -Lugano, tratta percorsa anche da molti cittadini del nostro Comune. La prima fase del progetto (2010-2011) aveva permesso di togliere 500 autoveicoli dalla strada e di dirottare gli utenti sul mezzo pubblico (trenino FLP). Il costo del progetto si era rilevato nullo, in quanto l'investimento iniziale era stato compensato dagli abbonamenti acquistati in seguito dai frontalieri. Il Municipio ha deciso di sostenere politicamente questo progetto, perché si è rivelato efficiente e gli obiettivi della seconda fase, quella che avrebbe dovuto iniziare in questi mesi, prevedeva un ulteriore riduzione di circa 300 autoveicoli dei frontalieri. Anche in questo caso il costo dell'investimento finanziato dal Cantone verrà ampiamente coperto dai maggiori abbonamenti. Ricordiamo che il nostro Comune finanzia nella misura del 50% gli abbonamenti Arcobaleno a giovani e a persone in età AVS. Tutto è perfettibile e ogni iniziativa potrebbe portare a un miglioramento alla situazione viaria del Malcantone, che è uno dei temi che il Municipio ritiene importanti. Cordiali saluti.
Il Municipio
Monteggio, 7 aprile 2015

ghiaccio sulla strada in frazione Roncaccio - 25/02/2015
Cavadini Armando:

A causa delle nevicate e al continuo scendere di acqua il campo stradale
si trasforma in una pista di ghiaccio molto pericolosa per tutti quelli che vi transitano compresi i bambini che scendono a prendere il pulmino per la scuola.
Non osa pensare le conseguenze per il Comune se dovesse succedere qualche infortunio. E`da anni che predico di sistemare questa situazione, Vogliate prendere le misure del caso per risolvere una volta per tutte il problema.
Distinti saluti Armando Cavadini

Municipio:

Egregio Signor Cavadini,
la ringraziamo per la segnalazione. La informiamo che siamo a conoscenza della problematica e che abbiamo già dato mandato ad uno studio d’ingegneria per trovare delle soluzioni da implementare a breve. Abbiamo riscontrato che la presenza d’acqua deriva da uno sfogo del terreno, che con il freddo causa pericolo di ghiaccio. Contiamo dunque a breve di poter definire come intervenire.
Il Municipio
Monteggio, 25 febbraio 2015

Incrocio strada cantonale Posta Molinazzo di Monteggio - 06/08/2014
Pedrazzini Domenico:

Lodevole Municipio,
innanzitutto complimenti per il vostro sito internet.
Con la presente per segnalarvi l`estrema pericolosità che rappresenta l`incrocio tra le due strade cantonali all'altezza dell'ufficio postale di Molinazzo di Monteggio particolarmente negli orari di sportello, quando per immettersi sulla cantonale provenienti da Sessa bisogna tenere d'occhio i vari utenti della posta, che spesso posteggiano in modo del tutto abusivo e la velocità di chi percorre la cantonale . Vi prego di prendere molto sul serio la mia preoccupazione e segnalare al più presto all'ufficio cantonale delle strade questo pericolo, prima che succeda qualcosa di grave.
Grazie per l'attenzione, cordialmente

Municipio:

Egregio Sig. Pedrazzini,
la ringraziamo per la segnalazione. Siamo a conoscenza della tematica inerente la precaria sicurezza dell’incrocio di Molinazzo e la informiamo che abbiamo preso contatto con i vari enti preposti al fine di trovare una soluzione che permetta di migliorare le situazione. Sperando di poter implementare al più presto delle misure efficaci, la salutiamo cordialmente.
Il Municipio
Monteggio, 7 agosto 2014

Nuovo Centro Civico - 04/04/2014
Venturelli Sandro:

Egregi signori, premetto che sono un cittadino comune, non legato ad alcun partito, quindi senza interessi di fazione. Abito a Monteggio solo da 5 anni e non ho contatti capillari con i miei concittadini, tanto dispersi sul territorio vasto del comune. Approfitto volentieri di questo mezzo tecnologico e democratico per entrare, almeno in parte, in comunicazione con loro. Ho letto il bando di concorso per il Nuovo Centro Civico e seguìto per quanto ho potuto ciò che è stato detto e scritto in merito. Contrariamente ad altri, ritengo il progetto in contraddizione con l'ipotesi, molto plausibile, di aggregazione. Infatti, gli uffici amministrativi del nuovo comune dovranno essere riconsiderati e aggregati. Altri comuni inclusi nel progetto aggregativo dispongono già di sale multiuso, ancora poco affollate. Il corpo pompieri non sembra necessitare di una nuova sede e, anche in questo caso, dovrà collaborare con gli altri comuni. Intanto costa circa 20'000.- all'anno, una cifra minima che non fa supporre dei bisogni logistici faraonici. A Monteggio ci sono pochi bambini e pochi giovani, mentre la popolazione anziana e circa il 60%. Avendo soldi da spendere non sarebbe meglio investire in progetti attrattivi per le famiglie, migliorando innanzitutto la mobilità, la sicurezza e gli spazi pubblici di qualità? Per quanto riguarda la spesa, oltre ai 610'000,- franchi già spesi per il terreno, si prevedono per il Centro almeno altri 4 milioni. Solo questi corrispondono a circa 5'000.- franchi pro capite. In confronto il LAC costa poco ai cittadini di Lugano. Evidentemente, non avendo una conoscenza dei problemi comunali radicata da generazioni, mi sfuggono molti aspetti della situazione. Vi chiedo pertanto di indicarmi dove sbaglio e come posso capire e condividere il vostro progetto. Cordiali saluti. Sandro Venturelli

Municipio:

Egregio Signor Venturelli, da anni il progetto Centro Civico richiama le attenzioni dei vari gruppi politici e di molti cittadini. La necessità oggettiva di costruire una nuova struttura, che permetta di riorganizzare l’amministrazione comunale con tutti i vari servizi è cosa concreta. L’attuale Casa Comunale necessita di un grosso investimento per la sua ristrutturazione, i magazzini comunali sono attualmente situati in un ambito poco adeguato, sia come spazi che come infrastruttura (garage a Ponte Cremenaga) e il magazzino dei Pompieri è insediato presso uno spazio, per cui il Comune paga un affitto. In tutti i casi, per la ristrutturazione della Casa comunale attuale e per i costi di locazione, si dovrebbero destinare parecchie risorse. Vi è inoltre la necessità di avere uno spazio a disposizione dell’amministrazione, ma in particolare della popolazione, per l’organizzazione di eventi privati o pubblici. Tenendo conto tutti questi aspetti, il Municipio e il Consiglio Comunale hanno deciso di procedere con il concorso di idee per la progettazione del nuovo centro civico. Nei requisiti del bando di concorso è stato espressamente indicato che gli spazi dovranno essere facilmente adattabili a possibili situazioni aggregative. Infatti, analizzando la richiesta commerciale sul territorio, sia gli uffici, che gli spazi adibiti a magazzino, troverebbero facilmente un inquilino o una nuova destinazione anche in caso di aggregazione. Per quanto riguarda l’aspetto finanziario, l’incidenza dei costi di realizzazione del centro civico, massimo 4 milioni di franchi, sono ampiamente sopportabili dalle finanze comunali, aspetto analizzato e verificato con il piano finanziario. Teniamo a precisare inoltre, che altri progetti importanti sono all’ordine del giorno, quali la moderazione del traffico, la sicurezza dei percorsi casa – scuola e il miglioramento dell’offerta turistica. Sul sedime del centro civico è inoltre prevista la creazione di uno spazio per parco giochi. Come potrà vedere, il Municipio è attivo su più fronti, cercando di soddisfare le esigenze della popolazione, anche se siamo coscienti che tutti non potremo accontentarli.
Cordiali saluti.
Il Municipio
Monteggio, 8 aprile 2014

carnevale bambini della scuola dell'infanzia di Monteggio( febbraio 2014) - 01/03/2014
Rainoldi Donata:

Sfilata nel nucleo e ballo con merenda(offerta dai genitori) in piazzetta a Monteggio http://youtu.be/MAXZUal_Si0

video registrato e concesso da Venturelli Sandro. Grazie Sandro,grazie bambini e grazie genitori

illuminazione situata presso Casa Corilia fraz. di Castello - 23/01/2014
Conti Giordano:

Da alcuni giorni, la suddetta illuminazione, non funziona causando disagi , poiché si rimane in completa oscurità. In considerazione del fatto che pure il posteggio non dispone di nessun lampione mi auspico, che quella poca luce, venga ripristinata al piu' presto.
Vi ringrazio per l'attenzione prestatami e porgo cordiali saluti.

Municipio:

Egregio signor Conti, la ringraziamo per la sua segnalazione. Siamo a conoscenza della problematica concernente l'illuminazione. AIL ci ha confermato ancora questa mattina,  sollecitata da noi nuovamente,  che stanno lavorando per attuare il ripristino della situazione in tempi brevi. Ringraziamo della comprensione e siamo a disposizione per ulteriori delucidazioni. Cordiali saluti.
Il Municipio
Monteggio, 24 gennaio 2014

Illuminazione Lavatoio di termine - 19/01/2014
Klett Stefano:

Buongiorno, mi sembra che i giorni di ‘prova dell’illuminazione’ dovrebbero essere terminate; Non capisco il senso di tenere costantemente acceso l'illuminazione se nessuno sta valutando e/o lavorando. Per il futuro con l’illuminazione definitiva prego attenersi alle regole di SIA e alle linee guida cantonali. esse infatti: - non prevedono che la luce possa venire direzionata verso l'alto - per l'illuminazione "decorativa" prevedono dei flussi di luce inferiori (luminanza = 1 cd/m2) - la luce deve venir spenta almeno entro le ore 22 fino alle 6 di mattina Come associazione dark-sky stiamo raccogliendo immagini buone e cattive da pubblicare tramite media. Sarebbe bello che Monteggio ci possa fornire un buon esempio. Qui di seguito vi invio un link dove ho depositato 3 foto effettuate ieri, durante il blackout dell'illuminazione pubblica. Esse sono state effettuate sovraesponendo, per mostrare quanta luce va dispersa verso l'alto e come veniva illuminata la piazza dalla sola illuminazione del lavatoio. Luce che era ben visibile ad occhio nudo. http://www.flickr.com/photos/stefanoklett/sets/72157639930798035 Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento e per una eventuale collaborazione. cordialmente Stefano Klett

Municipio:

Egregio Signor Klett, la ristrutturazione del lavatoio, come già spiegato in precedenza, non è ultimata. Nelle prossime settimane, tempo permettendo, verranno tinteggiate le pareti e finite le ultime opere.
Per quanto riguarda l’illuminazione, nei prossimi giorni verrà ottimizzata per garantire quanto proposto dal nostro consulente in fase di progetto. La informiamo che il Municipio intende illuminare il lavatoio negli orari che verranno definiti a breve, terremo conto delle sue informazioni, anche se come da lei evidenziato, si tratta di raccomandazioni. Lo scopo dell’illuminazione è di mettere in risalto il lavatoio, che in passato ha avuto una funzione molto importante per la frazione di Termine, e inoltre proporre un oggetto di sicuro interesse all’ingresso del nucleo. Il risultato finale della ristrutturazione del lavatoio, con la relativa illuminazione, non sarà basata su eccessive analisi illuminotecniche e confronti con le più disparate norme, ma bensì sarà frutto del buon senso. Cordiali saluti
Il Municipio
Monteggio, 27 gennaio 2014

concorso fotografico - 19/01/2014
Silva Renato:

Egregi Signori, ho molto apprezzato la Vostra iniziativa relativa al concorso fotografico al quale ho partecipato pure io. Ho letto la comunicazione del sig.Venturelli e la Vostra risposta. Condivido alcune considerazioni esposte e avrei ritenuto opportuno che fosse stata direttamente la commissione cultura(giuria)ad esprimersi in merito. Non é l'operato del Municipio(concorso fotografico),che appoggio pienamente,a farmi venire delle perplessità,ma i criteri di scelta delle foto, e avrei apprezzato una risposta meno evasiva. In effetti si presume che il Municipio o chi scrive per Esso non possa essere al corrente,come si legge nella vostra risposta,"dell'unico criterio qualitativo" usato nella scelta delle foto. Ripeto,la mia modesta critica,non va alla bella iniziativa proposta dal Municipio,ma alla commissione cultura che su 80 foto presentate(secondo i vostri dati)ha scelto si' delle belle foto,ma nella quasi totalità scattate dal sig.Conti che non é nemmeno domiciliato nel Comune. Dopo tante roboanti frasi lette sui vari bollettini giunti nelle abitazioni prima delle elezioni del tipo: -maggior coinvolgimento della popolazione di Monteggio -maggior partecipazione dei cittadini del Comune ecc. ecc. ecc.ecc.ecc. Mi sembra che da parte della commissione cultura si sarebbe potuto portare un po' piu' di attenzione in questo senso,ripartendo la scelta tra i vari candidati domiciliati nel Comune. Possibile che le altre foto presentate dai cittadini di Monteggio non valessero quelle del sig.Conti? Penso che lo scritto del sig.Venturelli andasse letto in questo senso,cioé in modo costruttivo e non come un attacco personale o puramente negativo. Per concludere un plauso al Municipio per l'ottima e simpatica iniziativa,che spero verrà ripetuta anche negli anni futuri,magari facendo scegliere alla popolazione le foto da pubblicare. Saluti Renato Silva

Municipio:

Egregio signor Silva, il tema in questione è stato precedentemente sollevato dal Sig. Venturelli e da parte del Municipio è stata fornita una risposta molto chiara. La presente rubrica è intitolata “Comunicazioni al Municipio”, è pertanto evidente che sia quest’ultimo a dover rispondere e non la commissione cultura. Pensiamo comunque di poter rispondere alle vostre domande sul tema, essendo i promotori e i coordinatori del concorso fotografico. Il criterio unico per la valutazione delle molte fotografie pervenute in cancelleria, come ribadito a più riprese, è la qualità delle stesse. Ci sembra palese e incontestabile, che se l’obiettivo è offrire un calendario di qualità alla popolazione, è naturale scegliere le fotografie che possano garantire questo risultato. A riprova di quanto espresso, potrà sicuramente fare un confronto tra le foto da lei inviate in cancelleria e le 12 foto pubblicate sul calendario. La commissione cultura ha dedicato diverse ore per scegliere le fotografie migliori e lo ha fatto con professionalità e libera da preconcetti.  L’obiettivo di promuovere la ricerca di momenti suggestivi e particolari del nostro territorio e la conoscenza del nostro bel comprensorio, esula dal fatto che i partecipanti al concorso siano o meno domiciliati a Monteggio. Auspichiamo pertanto che questa prima edizione possa stimolare la popolazione tutta a voler partecipare con spirito propositivo alla prossima edizione del calendario del Comune di Monteggio. Cordiali saluti.
Il Municipio
Monteggio, 27 gennaio 2014

Concorso fotografico - 15/01/2014
Ventuelli Sandro:

Egregi signori, la gestione del concorso fotografico “La mia Monteggio” mi ha lasciato piuttosto perplesso, pur avendo una mia foto pubblicata sul calendario. Espongo quindi qualche considerazione e pongo alcune domande: Il concorso è stato pubblicato sul bollettino del Comune, quindi si suppone che fosse rivolto agli abitanti dello stesso, pur non escludendo nessuno. Non è noto nessun nome dei componenti la giuria, né si è comunicata nessuna motivazione delle scelte effettuate. La quasi totalità delle fotografie pubblicate sono del signor Michele Conti, attuale sindaco di Aranno. Allora: Se lo scopo del concorso era quello di coinvolgere gli abitanti del comune, ci si è poi davvero mossi in questa direzione? Vista l'assenza all'incontro con la popolazione (il 6 gennaio al Bosco della Bella) di tutti i partecipanti al concorso che non sono stati pubblicati, non è lecito dedurre che si sia mancato il bersaglio? E ancora (copio dal bollettino): “I vincitori del concorso appariranno sui prossimi bollettini informativi e  le foto  partecipanti al concorso verranno pubblicate sulle pagine di Facebook e Twitter del Comune di Monteggio” Quando? Avrei anche altre domande, ma non vorrei apparire polemico e le tengo di riserva. Per adesso mi limito a cercare di capire quanto per ora non mi è chiaro. Vi ringrazio e saluto molto cordialmente.

Municipio:

Egregio signor Venturelli, precisiamo quanto segue per rispondere alle perplessità sorte a causa dell’iniziativa di istituire il concorso fotografico “la mia Monteggio”.  Il concorso ha riscosso un buon successo essendo oltretutto alla prima edizione, producendo inoltre ottimo materiale fotografico della nostra regione. Per tale motivo riteniamo che il bersaglio sia stato centrato in pieno. Il concorso non era riservato unicamente ai cittadini di Monteggio, ma rivolto a tutte le persone che amano il nostro territorio. La valutazione del concorso è stata eseguita dalla giuria, che è la commissione cultura. La scelta è stata ardua, in quanto delle 80 foto ricevute, sono state selezionate 12 fotografie per l’allestimento del calendario.  Una delle sue tre fotografie è stata scelta tra le vincitrici e pubblicata nel mese di gennaio. Tutti i partecipanti sono stati invitati al giorno della premiazione e tutti sono stati premiati. Le foto scelte in maggior numero sono state scattate dal signor Michele Conti e dalla nostra concittadina Dr. Angelika Banghard. La scelta è stata ponderata con un unico criterio qualitativo. Prossimamente verrà pubblicata una galleria fotografica di tutte le foto sul nostro sito web e in un secondo tempo appariranno sulla pagina facebook. Su twitter annunceremo al momento opportuno l’avvenuta pubblicazione sul sito web. La ringraziamo per aver partecipato al concorso, anche se non nascondiamo la nostra delusione nel riscontrare che un’iniziativa che voleva unicamente promuovere le bellezze del nostro territorio, possa creare malumori o perplessità. Abbiamo comunque ricevuto moltissimi riscontri positivi, sia per le fotografie che per il calendario, e ciò conferma che l’obiettivo è stato raggiunto. Cordiali saluti.
Il Municipio
Monteggio, 16 gennaio 2014

Natale - 27/12/2013
Ponzellini - Moriggia Marilena:

Voglio congratularmi per l'albero di Natale allestito in piazza a Monteggio, quest'anno e' molto bello. Buone Feste. M. Ponzellini - Moriggia

Newsletter - 25/06/2013
Schneider Teseo:

Egregio Municipio, Mi chiedo come mai tutte le newsletter cominciano con: "Il Municipio di Monteggio ha il piacere di inviarvi la nuova Newsletter riguardante una pubblicazione sul sito internet del Comune. Ricevete automaticamente le novità che l'amministrazione comunale pubblica sul sito attraverso questo avviso." Questa scritta e inutile e prende un sacco di spazio togliendone al messaggio. Inoltre il messaggio e scritto molto piu in piccolo (come se fosse meno importante). Per finire, capisco che mettere un'immagine sia particolarmente carino, ma occupano spazio e rendono le mail piu "pesanti". Per questo chiedo se l'impaginazione della newsletter potrebbe essere ristudiata ed alleggerita da tutte le informazioni non necessarie. Cordiali saluti Teseo Schneider

Municipio:

Egregio Signor Schneider,
abbiamo verificato la questione da lei segnalata e in questi giorni con il nostro informatico stiamo verificando la possibilità di snellire sia il testo, sia l'intero messaggio della newsletter. Anche per quanto riguarda i caratteri troveremo una versione più consona. Cordialmente
Il Municipio
Monteggio, 25 giugno 2013

Festa delle Società 8 giugno - 21/06/2013
Venturelli Eve e Sandro:

Egregi signori, abbiamo apprezzato la festa delle società a Termine e ci congratuliamo per l'ottima organizzazione. Aggiungiamo il link del nostro filmato che propone una breve sintesi del saggio di ballo dei bambini dell'asilo. Cordiali saluti.

Municipio:

Gentile Signora, egregio Signore Venturelli, siamo molto contenti che “Monteggio in festa” abbia riscosso un grande successo. Ovviamente il merito della buona riuscita è da attribuire alle società del Comune che si sono impegnate collaborando in modo esemplare. Un grande grazie va inoltre alle varie persone, ospiti e pubblico che hanno contribuito a creare una giornata di festa sicuramente da riproporre. Un grazie anche a voi per il simpatico contributo video, che verrà sicuramente condiviso e apprezzato. Cordialmente Il Municipio Monteggio, 24 giugno 2013

Posteggio di Castello - 02/03/2013
Comisetti Davide:

Caro Municipio, da anni il posteggio comunale situato a Castello di Monteggio si trova in pessimo stato. Non é asfaltato quindi quando piove si formano pozze enormi e profonde, il terreno diventa fangoso e camminarci comporta non pochi disagi. In passato avete provato a rivestirlo di ghiaia ma nel giro di qualche mese la situazione torna come prima. Ora si é anche installato il cantiere per il rifacimento delle tubazioni di Persico. Sul posteggio sono presenti mucchi di terra e macchine edili. Grazie alle ultime nevicate la terra del cantiere si é aggiunta alla melma giá presente creando uno scenario apocalittico. Esiste il reale pericolo che qualche concittadino venga risucchiato e scompaia per sempre nella palude. Visto che questo posteggio serve molti contribuenti vi invito a provvedere entro breve alla bonifica... Asfaltatelo! Grazie di cuore.

Municipio:

Egregio Signor Comisetti,
la ringraziamo per la segnalazione.
Siamo a conoscenza della situazione, che non può essere considerata soddisfacente né per il Municipio, né tantomeno per gli abitanti di Castello.
Nell’ambito delle modifiche di Piano Regolatore, che è in fase di approvazione, sono previsti interventi per sistemare il parcheggio di Castello come anche le atre situazioni sul territorio Comunale.
Nel frattempo, sarà nostra premura ripristinare il posteggio per dare la possibilità ai residenti di Castello di usufruire del servizio.Ringraziandola per la segnalazione, la salutiamo cordialmente.
Il Municipio
Monteggio, 4 marzo 2013

Piazza Termine - 02/02/2013
Valentini Fernando:

Presso lîmbocco del sentiero per Cassinone sono stati infissi quatto picchetti nel terreno delimitando una piccola area rettangolare. Inoltre, con segni color arancio, sono stati evidenziati dei punti al bordo della strada. Cosa si stà progettando? Granzie e cordiali saluti.

Municipio:

Egregio signor Valentini,
la informiamo che i picchetti da lei citati a Termine, servono per delineare lo spazio d'occupazione della nuova cabina di trasformazione delle AIL SA. Il trasformatore attuale posizionato sul palo della luce a fianco del lavatoio, verrà eliminato e sostituito dalla nuova istallazione posizionata in fondo al sedime da lei citato. Questa nuova cabina permetterà inoltre di poter realizzare anche un quadro elettrico adibito ad alimentare il lavatoio, che verrà ristrutturato nei prossimi mesi, dando anche la possibilità di avere degli allacciamenti elettrici per le fese campestri.
Il Municipio
Monteggio, 4 febbraio 2013

Strada comunale Pirla-Buseno-Sessa - 25/01/2013
Fusi Luigi:

Egregio signor Sindaco, Lodevole Município, A nome dei pochi abitanti della frazione di Pirla,taluni residenti fissi o come il sottoscritto, abitante saltuario ci permettiamo chiedere il ripristino immediato della strada citata sopra. Da mesi attendiamo che detta strada sia di nuovo percorribile come lo è sempre stata. Dopo i lavori di messa in sicurezza della roccia, ci si aspettava la riapertura della stessa, senza l quale per gli abitanti della frazione si è creata una situazione i sostenibile. Ogni qual volta si desider recarsi in cimitero, alla chiesa o anche solo per una passeggiata nei dintorni, chi ha un mezzo deve per forza fare un lungo inutile giro e chi invece vuole recarsi a piede il tragitto e praticamente impossibile. Possiamo capire che il Municipio abbia dovuto chiuderla quando vi era il pericolo di caduta rocce ma, ora con i la ori eseguiti questo pericolo è tornato ad essere quello che esisteva da centinaia di anni e che a vostro parziale scarico di responsabilità vi ha sempre "protetti" con i cartelli "caduta sassi". Da "voci" ai sente dire che questa strada sarà chiusa per sempre; la nostra speranza è che quella sia soltanto una voce, perché la chiusura definitiva di una strada, da sempre utile a tutti non avrebbe la nostra approvazione. Con stima.
Luigi Fusi - Giancarlo Rizza-Beltramina - Roberto Galeazzi - Gianni Galeazzi

Municipio:

Gentili signore, Egregi signori,
siamo consapevoli che la chiusura della strada in questione abbia causato dei disagi, in particolare agli abitanti della frazione di Pirla. Il Municipio ha deciso di chiudere provvisoriamente la strada affinchè si possano evitare possibli incidenti che vedrebbero una responsabilità dell'esecutivo nell'aver sottovalutato i pericoli di smottamento che ancora oggi esistono. Il Municipio ha dato mandato ad uno studio di ingegneria e ad un geologo per valutare la situazione, vi informiamo che ad oggi non vi sono le condizioni di sicurezza minime per garantire l'apertura della strada. Di comune accordo con gli specialisti, si è deciso di attendere la primavera per verificare la situazione della parete rocciosa dopo il periodo di gelo. Ci attendiamo dunque che nei prossimi mesi si possa arrivare ad una soluzione che permetta di valutare gli investimenti necessari per garantire il transito. Il completamento del progetto prevede il rifacimento del muro di sostegno, la pavimentazione e le ringhiere di protezione. Il Municipio ha da subito preferito mettere in primo piano la sicurezza e l'integrità delgi utenti della strada in questione, anche a fronte degli oggettivi disagi che questo provvedimento inevitabilmente causa.
Vi possiamo inoltre garantire che il Municipio non ha assolutamente deciso di chiudere definitivamente la strada Crocivaglio-Busino.
Certi della vostra comprensione, il Municipio e l'amministrazione, sono a disposizione per ulteriori ragguagli.
Il Municipio
Monteggio, 28 gennaio 2013

Discarica in zona Fonderia/Ressiga - 28/12/2012
Valentini Fernando:

Stamattina a circa le dieci e trenta ho parcheggiato in via Campagna vicino alla Pevereggia nell'intenzione di fare una passeggiata lungo la Tresa fino alla Lisore e ritorno. Solamente, dopo il ponte sulla Pevereggia mi é passata la voglia. Il deposito di rifiuti lungo la strada cantonale si ingrandisce sempre piû e copre una superfice importante con scarti diversi, ingombranti casalizi, residui verdi, automobili e apparecchi fuori uso, bombole a gas.
Insomma é una vergogna e un insulto a tutta la gente di Monteggio. Cara Autorità, non si sente presa in giro?
Ma, forse dobbiamo ringraziare tutti quelli che di danno l'occasione di lavorare a migliorare.
Tanti auguri. Felice, prospero e gratificante Anno Nuovo.

Municipio:

Egregio signor Valentini,
siamo a conoscenza del deposito abusivo di rifiuti nella zona da lei citata e le comunichiamo che il Municipio ha già intrapreso i passi per fare in modo che la situazione venga sistemata entro breve tempo. Vi sono sul territorio comunale purtroppo altri casi simili, che sono anch'essi stati richiamati a sistemare la situazione in modo celere.
Il Municipio ha i mezzi per poter intervenire in situazioni di questo genere, che sono sicuramente poco edificanti. Ci aspettiamo pertanto che entro qualche settimana la situazione venga risolta.
Ringraziandola per la segnalazione, le formuliamo i migliori auguri di buon anno.
Il Municipio
Monteggio, 28 dicembre 2013

Nuova comunicazione - 02/12/2012
Venturelli Eveline e Sandro:

Egregi signori,
ringraziamo per la risposta articolata. Oggi, 2 dicembre, l'area non è ancora libera, ma i lavori sembrano finiti, anche se l'asfaltatura irregolare solleva qualche dubbio in persone come noi, non addette ai lavori. Speriamo di vedere presto ripristinata la normalità e i dettagli delle spese sostenute.
Cogliamo l'occasione per segnalarvi un altro problema: il posteggio del Bancomat della Banca Raiffeisen. Molti utenti, invece di posteggiare correttamente nel parcheggio, sostano (per loro comodità) davanti all'apparecchio automatico e a volte lasciano il motore acceso durante le operazioni di prelievo. Alcuni addirittura bloccano l'uscita regolare dalla stradina del parcheggio. Spesso il marciapiede è ostruito, con disagio dei pedoni in un punto già pericoloso per chi deve attraversare la strada, mancando il passaggio pedonale. Ancora più spesso è impedita la visuale a destra per chi deve immettersi dal parcheggio sulla strada, con conseguente pericolo. Potrebbe qualcuno di responsabile controllare la situazione ed eventualmente porvi rimedio? Ringraziamo per l'attenzione e porgiamo cordiali saluti.
Eveline e Sandro Venturelli

Municipio:

Gentili Signori Venturelli,
le opere di asfaltatura del tratto di strada tra Molinazzo e Ramello, sono state eseguite con un manto provvisorio, in quanto secondo le direttive cantonali, l'asfaltatura definitiva verrà eseguita in primavera, solo con la bella stagione. In tutti i casi, la strada risulta percorribile senza particolari problemi. La gestione e il controllo dei costi per le opere citate, sono sotto attento esame del Municipio.
Per quanto riguarda il disagio causato da chi parcheggia l'auto di fronte al bancomat della banca Raiffeisen, le comunichiamo che segnaleremo quanto da voi evidenziato direttamente alla proprietà dello stabile, ovvero la Fondazione Gagliardi, per i provvedimenti del caso. Ringraziandovi per le segnalazioni, salutiamo cordialmente.
Il Municipio
Monteggio, 4 dicembre 2012

Scavi in via Sessa - 30/10/2012
Venturelli Sandro ed Eveline:

Egregi signori,
da circa due mesi sono iniziati i lavori della ditta Bottani e Barchi su via Sessa, prima dell'imbocco di via Fontanelle. Da allora un semaforo regola il traffico sui circa 30 metri di strada interessati. Il disagio è notevole e molti utenti deviano su via Fontanelle per evitare l'intoppo, caricandola in modo inadatto alle sue caratteristiche. Via Sessa, nel tratto gestito dal semaforo, risulta troppo stretta per il passaggio dei pedoni, specialmente se conducono una carrozzella, troppo esposti al pericolo. Ciò malgrado i lavori procedono a rilento: pochi operai, strani orari di lavoro, giornate intere (in settembre una settimana) senza attività, disordine e confusione sul cantiere. Per esempio, ancora ieri e oggi non ha lavorato nessuno, salvo ieri notte per qualche ora. Risultato: in due mesi il semaforo non è mai stato spostato e i trenta metri bloccati sono sempre quelli. Cercano l'oro? Vi chiedo per favore di informare la popolazione, indicando: chi ha commissionato il lavoro, qual'è lo scopo quanto durerà ancora, chi paga. Sarebbe anche opportuno che qualcuno intervenisse per regolare la situazione del traffico, i suoi pericoli e disagi, e per mettere ordine sul sedime che appare desolante come dalle foto che vi inviamo per posta elettronica all'indirizzo cancelleria@monteggio.ch.
Vi ringraziamo per l'attenzione e salutiamo molto cordialmente.
Sandro ed Eveline Venturelli

Municipio:

Gentile signora Egregio signor Venturelli,
ringraziamo per la vostra segnalazione. Si tratta di opere di rifacimento della canalizzazione comunale, pertanto commissionate dal Municipio. Purtroppo non si è potuto avanzare più velocemente in quanto la canalizzazione è allacciata e durante i lavori defluiscono le acque luride. Come potrete sicuramente capire, anche per la squadra che sta operando la situazione non è facile. Per quanto riguarda la non presenza degli operai in questi giorni, la stessa era prevista ed è giustificata dal fatto che si è dovuto lavorare durante la notte dalle ore 20.00 alle ore 05.00. I lavori di pavimentazione verranno eseguiti a partire da lunedì 12 novembre 2012, quindi tempo permettendo venerdì 16 novembre 2012 i lavori termineranno. Sicuri della vostra comprensione ci è gradita l'occasione per porgervi cordiali saluti.
Il Municipio
Monteggio, 2 novembre 2012