Processionaria del pino

Il Dipartimento del territorio, in accordo con l’Ufficio del medico cantonale, comunica che nelle prossime settimane si potranno osservare spostamenti di larve pelose di lepidotteri (bruchi) lungo i tronchi degli alberi e sul terreno, sia in giardini sia in bosco. Il fenomeno è presente in alcune aree del Cantone Ticino.
Precauzioni da adottare
  • Non avvicinarsi e non sostare sotto piante infestate.
  • Tenere i cani al guinzaglio nelle zone di presenza dei nidi.
  • Raccomandare ai bambini di non toccare i bruchi in fila.
  • Non tentare di distruggere i nidi con mezzi artigianali, poiché ciò favorisce la diffusione nell’ambiente dei peli urticanti.
  • A fine inverno-inizio primavera, quando si possono osservare con particolare frequenza le processioni di larve lungo i tronchi o sul terreno, evitare di raccogliere i bruchi senza protezioni e con mezzi inadeguati (scope, rastrelli, ecc.)
  • Lavare abbondantemente frutti e prodotti di orti in prossimità di pini infestati.
In caso di contatto di persone o animali domestici con i peli urticanti possonomanifestarsi reazioni cutanee con prurito e, in individui predisposti, reazioni allergiche anche importanti. Generalmente è sufficiente lavare la pelle (ev. corpo e capelli) con acqua e sapone. Per asportare peli ancorati alla pelle si può usare del nastro adesivo. In caso di forte prurito la polvere di talco mentolato calma la pelle.
Le rare situazioni di reazione allergica generalizzata (sintomi respiratori), oppure di congiuntivite causata dal contatto di peli urticanti con gli occhi, o ancora di ingestione di peli o larve, richiedono l’intervento medico.
In caso di contatti accidentali con larve o nidi è consigliato manipolare gli indumenti con guanti e lavarli a temperatura non inferiore a 60°, fare una doccia ed evitare di grattarsi.
Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
Dipartimento del territorio Giorgio Moretti, Capo dell’Ufficio della selvicoltura e del Demanio, giorgio.moretti@ti.ch, 091 814 28 50, 079 472 58 03.
Dipartimento della sanità e della socialità
Giorgio Merlani, Medico cantonale, giorgio.merlani@ti.ch, 091 814 40 05.
Comunicato stampa con tutte le informazioni e dettagli in allegato o al seguente link COMUNICATO STAMPA.